La regina della casa

A soli ventinove anni Samantha Sweeting è la star di un noto studio legale di Londra. Pochi minuti di una sua consulenza valgono una fortuna. Lavora giorno e notte ed è tutta concentrata sulla carriera. Ma proprio mentre aspetta con ansia di essere nominata socio si accorge di aver commesso un errore che le costerà il posto. Sconvolta, fugge dall’ufficio e si ritrova in aperta campagna con il cuore in tumulto. Chiede informazioni in una splendida casa e per un malinteso viene scambiata dai proprietari per una delle candidate al posto di governante. E viene assunta, senza che i suoi datori sappiano che Samantha è sì una ragazza dal quoziente intellettuale stratosterico, ma non ha la più pallida idea di cosa significhi tenere in ordine una casa… Dal talento inimitabile di Sophie Kinsella, una nuova e adorabile commedia romantica: la storia di una ragazza che ha bisogno di rallentare. Di trovare se stessa. Di innamorarsi. Di cominciare finalmente a vivere. E di scoprire a cosa serve un ferro da stiro.

COMMENTO:
Tra i miei libri preferiti della Kinsella cè sicuramente la regina della casa.
Diveretente e ironico, la protagonista di questo libro si trova catapultata in un altra realtà.Scappata dal suo impiego in piena londra, si ritrova in una campagna aperta,dove per un grande equivoco viene assunta come governante.
Il problema è che lei non sa da che parte si inizi!!
Non sa stirare,lavare,cucinare ne pulire.
Samanta prestigioso avvocato abituata a passare l’intera giornata dietro fogli e pratiche,dovrà sapersi reinventare in un nuovo lavoro e nella vita,scoprendo che oltre al lavoro esiste sicuramente di più…..

    Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *


    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>